Trasferirsi a Milano per lavoro: una città piena di opportunità

Andare a vivere a Milano per questioni lavorative

Trasferirsi a Milano per lavoro può presentare alcune difficoltà, ma le opportunità offerte da questa città sono davvero tante: basta trovare una bella casa in un quartiere giusto, e vale sicuramente la pena affrontare questo cambiamento.

Milano rappresenta una città unica in Italia. Non tanto per architettura o monumenti, ma per lifestyle e opportunità di vita. Dal design alla moda, dalle proposte universitarie alle offerte di lavoro, Milano è di fatto l’unica reale metropoli italiana. Proprio la questione lavorativa è tanto importante quanto delicata.

Si potrebbe definire Milano come la capitale economica dell’Italia. Non è un caso che quasi tutte le startup e le novità partano dal capoluogo lombardo. Chi è in cerca di opportunità, chi vuole cambiare lavoro, chi prova a dare un’accelerata alla propria carriera, ha come meta di riferimento Milano. E così negli anni sono esponenzialmente aumentati i casi di trasferimento a Milano per lavoro. Ma cosa c’è da sapere quando si effettua questo cambiamento?

Vivere a Milano: alcuni vantaggi

Partiamo con lo sfatare i luoghi comuni della Milano “grigia, fredda, caotica, che pensa solo al business”. Tanto nel 2018 quanto nel 2019, Milano si è classificata al primo posto come città in cui si vive meglio in Italia, secondo la nota classifica stilata dal Sole 24ore. Questo perché la città della Madonnina è sempre attiva, ricca di servizi, e soprattutto funzionante. Collegamenti e mezzi, ma anche bar e ristoranti, trovano a Milano un’applicazione quasi perfetta. Per chi lavora nel settore della moda, del design, della comunicazione e della tecnologia, Milano non può che rappresentare la meta prediletta.

Ovviamente è una città che va interpretata. Sicuramente è frenetica: i ritmi sono sempre alti, sia per gli spostamenti che per il lavoro. Ma è una frenesia giustificata e organizzata, che non genera confusione. Lo stile di vita di Milano è impraticabile in altre città, e quindi bisogna abituarsi. Ma i servizi e le opportunità che può offrire difficilmente si trovano in altre città.

Affori: il quartiere giusto per trasferirsi a Milano

Milano non è solo affari e lavoro, ma anche ambiente e servizi. La città è infatti costantemente alla ricerca di miglioramenti per l’architettura urbana. Le nuove costruzioni a Milano sono incentrate sulla sostenibilità, dato che la tematica ambientale è particolarmente sentita.

La logica dominante degli ultimi anni è quella della svolta green e sostenibile, che ha portato alla riqualificazione di molte zone e costruzioni della città. In tal senso, Milano spicca per la riqualificazione energetica degli immobili, con il risultato della massima efficienza al minimo impatto.

Questo trend è guidato proprio da Affori, quartiere nella parte settentrionale della città. Affori presenta infatti molteplici aree verdi, costituendo di fatto il polmone verde di Milano. Ma soprattutto rappresenta un’evoluzione del lifestyle milanese in termini di tranquillità e qualità della vita. Una vita improntata al benessere e alla comodità, ma lontana dal traffico e dal via-vai più interno. I collegamenti, numerosi ed efficienti, che permettono di raggiungere comodamente tutte le altre zone della città rendono Affori il quartiere ideale per chi deve trasferirsi a Milano per lavoro. Una sistemazione che garantisce comodità e servizi, senza però quella sensazione di stress che potrebbe cogliere chi non è abituato al mood di Milano.

Partecipa alla discussione

Compare listings

Confrontare