L’antico Parco di Villa Litta è il polmone verde di Affori

Centro culturale, meta turistica, oggetto di studio e interesse, Villa Litta rappresenta anche l’area green di Milano Nord. Con il suo parco di oltre 100000 metri quadri, Villa Litta è il vero e proprio polmone di Affori, l’area più verde di tutta Milano.

Al suo interno si trovano le attrezzature più svariate: dalle immense aree giochi per bambini, passando per un campo da calcio, fino ad arrivare ai due campi da gioco polivalenti per pallavolo e pallacanestro. Una zona verde che abbraccia la meravigliosa villa tardo seicentesca, in un connubio di arte e natura unico per la città di Milano.

Il Parco di Villa Litta: una storia internazionale

Questa meravigliosa zona verde presenta una storia di trasformazioni di stile di carattere internazionale. Nasce infatti come giardino all’italiana della Villa: caratterizzato da una suddivisione geometrica degli spazi realizzata grazie a filari alberati e siepi, è conosciuto anche come giardino formale proprio per la sua impostazione ferma e precisa.

Nei due secoli successivi, con i passaggi di proprietà della Villa e l’ampliarsi dello spazio circostante, lo stile formale lascia il posto al giardino all’inglese. Alle forme geometriche e simmetriche subentra la paesaggistica, la volontà di non circoscrivere gli spazi ma di guardarli da differenti prospettive.

Una traccia di storia rimane nelle specie di alberi ancora presenti. Tra questi spiccano il gelso, soprattutto nella rarissima variante del gelso da carta. Questa pianta fu voluta da Ludovico Sforza in persona, il quale era letteralmente innamorato di questa affascinante rarità botanica.

Il Parco di Villa Litta e la Milano green

Se Affori può essere considerata la zona più verde di Milano, gran parte del merito va all’immenso giardino di Villa Litta. Un’area verde che combina arte e architettura, storia e modernità, svago e cultura.

Il Parco è infatti sede di spettacoli e concerti, soprattutto nel periodo estivo anche per addolcire il caldo torrido che si respira tra le strade trafficate. Agli spazi da gioco e ai viali alberati si aggiungono poi veri e propri pezzi di storia, come il complesso scultoreo “I Sirenei”. Costituito da due sfingi, due obelischi e due vasi poggiati su grandi basamenti, quest’opera di ispirazione egizia fu costruita nel XVIII secolo. Grazie al restauro operato nel 2012 è oggi ancora visibile e fotografabile, immerso tra i viali alberati del Parco.

Compare listings

Confrontare

Secondo la nostra cookie policy utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti del sito, per fornire funzionalità dei social media, per analizzare il nostro traffico e per fornire un advertising mirato. Clicca sul bottone per accettare tutti i cookie o sull'icona alla sua sinistra per negare alcuni cookie.

Impostazioni Cookie

Di seguito puoi scegliere quali categorie di cookie permettere su questo sito. Clicca su "Salva impostazioni cookie" per impostarle.

FunzionaliIl nostro sito usa cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito.

StatisticiQuesto sito usa cookie analitici/statistici per rendere possibile l'analisi delle visite al sito al fine di ottimizzarne il funzionamento.

Social mediaQuesto sito usa cookie dei social media per mostrare contenuti di siti esterni come YouTube o Facebook. Questi cookie potrebbero tracciare i tuoi dati personali.

PubblicitàQuesto sito usa cookie di pubblicità per mostrare pubblicità personalizzata in base ai tuoi interessi. Questi cookie potrebbero tracciare il tuo comportamento.

AltriTutti gli altri cookie anche di terze parti che non rientrano nelle altre categorie. Tali cookie potrebbero essere traccianti.