Vivere ad Affori: ampliamento del Parco di Villa Litta e restauro della Chiesetta degli Appestati

Dalla peste del '600 al restauro della Chiesetta degli Appestati

La riqualifica della zona nord di Milano passa sempre di più da Affori. Il quartiere principale del municipio IX è infatti al centro di alcune opere di ristrutturazione e rinnovo, rendendola un luogo ideale per andarci a vivere.

A beneficiarne è il Parco di Villa Litta, vero e proprio fiore all’occhiello di tutta la città.

Da novembre scorso sono partiti alcuni lavori per ampliare l’area verde e migliorare l’intera zona. Oggi iniziano a intravvedersi i risultati, il cui completamento è inserito nell’agenda dell’assessore Granelli come assoluta priorità.

Chiesetta degli Appestati, un segreto dentro il Parco

Durante l’epidemia di peste del 1630 la famiglia Litta Modigliani fece erigere una piccola cappella in memoria dei morti e dei malati.  La peste di manzoniana memoria è uno dei simboli della storia di Milano, della sua resistenza e capacità di rialzarsi trovando il buono anche nei momenti di difficoltà. L’epidemia colpì il 26% della popolazione milanese e proprio per questo divenne tradizione erigere queste edicole commemorative.

La Chiesetta degli Appestati di Affori è proprio il simbolo di questa storia, tanto da essere stata per decenni un punto di ritrovo e di preghiera. Negli ultimi anni è stata colpevolmente abbandonata, nascosta da cemento, vegetazione non curata e soprattutto mai mantenuta o restaurata, tanto da essere un elemento quasi sconosciuto ai più. Ecco allora che i nuovi lavori non possono che significare una rinascita e una ripresa, non casualmente proprio dopo una nuova pandemia.

Ampliamento del Parco di Villa Litta

Il restauro della Cappella è all’interno di un più ampio progetto di riqualifica di tutta la zona, con al centro l’ampliamento del Parco di Villa Litta. L’idea è quella di sostituire i desueti muri di cemento con più moderne recinzioni semitrasparenti, in modo da dare continuità visiva al giardino della Villa.

Oltre alla riqualifica dell’area verde, in larga parte già completata, è stata ora annunciata una seconda parte del progetto. Lo scopo è quello di collegare il parco con il distretto della Bovisasca, oltre la ferrovia. Una sorta di passerella che amplierà e migliorerà gli ingressi al Parco, perseguendo l’obiettivo di una Milano green e sostenibile

Partecipa alla discussione

Compare listings

Confrontare

Secondo la nostra cookie policy utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti del sito, per fornire funzionalità dei social media, per analizzare il nostro traffico e per fornire un advertising mirato. Clicca sul bottone per accettare tutti i cookie o sull'icona alla sua sinistra per negare alcuni cookie.

Impostazioni Cookie

Di seguito puoi scegliere quali categorie di cookie permettere su questo sito. Clicca su "Salva impostazioni cookie" per impostarle.

FunzionaliIl nostro sito usa cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito.

StatisticiQuesto sito usa cookie analitici/statistici per rendere possibile l'analisi delle visite al sito al fine di ottimizzarne il funzionamento.

Social mediaQuesto sito usa cookie dei social media per mostrare contenuti di siti esterni come YouTube o Facebook. Questi cookie potrebbero tracciare i tuoi dati personali.

PubblicitàQuesto sito usa cookie di pubblicità per mostrare pubblicità personalizzata in base ai tuoi interessi. Questi cookie potrebbero tracciare il tuo comportamento.

AltriTutti gli altri cookie anche di terze parti che non rientrano nelle altre categorie. Tali cookie potrebbero essere traccianti.